Quegli immobili dei sostantivi!

2 Nov

Uno dei maggiori fattori di appesantimento dei testi aziendali è anche uno dei più semplici su cui lavorare: la pletora di sostantivi.
Non si capisce perché in ambienti di lavoro tutti dediti all’efficienza e al fare si preferiscano lunghi e pesanti sostantivi rispetto ai più brevi e leggeri verbi da cui derivano. Per  capirci, progettazione invece di progettare, eliminazione invece di eliminare, distribuzione invece di distribuire, cancellazione invece di cancellare.

Spesso poi le nominalizzazioni (così i linguisti chiamano i sostantivi derivati dai verbi), sono precedute da titoli che indicano appunto “cose da fare”: obiettivi, interventi, azioni, prossimi passi e simili.
I sostantivi, come dice la radice della parola, “stanno”, nel senso che se ne stanno lì immobili. I verbi, invece, sono dinamici e ci trasportano nella lettura e verso l’azione.

Inoltre, a trasformare automaticamente i verbi in sostantivi si rischiano delle cose proprio brutte: l’affronto delle tematiche, la detenzione di apparecchi tv, la fissazione dei termini, la presa delle decisioni…
Se per l’editing c’è pochissimo tempo, riportare un po’ di sostantivi ai verbi da cui derivano riesce a fare miracoli.

9 Risposte to “Quegli immobili dei sostantivi!”

  1. Anonimo 2 novembre 2012 a 4:00 pm #

    …rateizzazione… (doppio errore perché ben si potrebbe dire rateazione)…

  2. Anonimo 14 novembre 2012 a 4:18 pm #

    Post corso bolognese RER: GRAZIE e complimenti: che forza! Bruno ed Elena

    • luisaeditor 15 novembre 2012 a 5:30 am #

      Bruno ed Elena,

      che bella sorpresa trovarvi qui!
      Anche per me è stata una gran bella e intensa giornata.

      Luisa

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il doppio gioco di certi verbi | Il blog del mestiere di scrivere - 27 novembre 2013

    […] Quegli immobili dei sostantivi! […]

  2. Contro le bare verbali e le parole zombie | Il blog del mestiere di scrivere - 7 ottobre 2014

    […] Quegli immobili dei sostantivi! Verbi in palcoscenico Il doppio gioco di certi verbi […]

  3. 8 consigli per scrivere meglio - 24 luglio 2015

    […] Luisa Carrada ha affrontato l’argomento, sottolineando come questa abitudine sia sviluppata soprattutto nei […]

  4. Verbi da rimettere in piedi | Il blog del mestiere di scrivere - 9 settembre 2015

    […] le bare verbali e le parole zombie Quegli immobili dei sostantivi! Verbi in palcoscenico Il doppio gioco di certi […]

  5. Il grave compito di scegliere le parole - 22 settembre 2015

    […] Questo è possibile anche nella scrittura, ad esempio passando dall’immobilismo dei sostantivi alla dinamicità dei verbi. Ecco gli esempi che ho preso dal post di Luisa Carrada: […]

  6. La lettura è una corsa. E un’arte divinatoria. | Il blog del mestiere di scrivere - 11 settembre 2016

    […] mettono in scena il nostro teatro mentale, ci fanno vedere ed emozionare, cosa che nessuna pomposa nominalizzazione riesce a […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...