scegli cosa leggere tra oltre 1.500 post

scegli per tema

segui il filo di un tag

Abby Covert Accademia della Crusca aggettivi Albrecht Dürer Alphonse Mucha Amedeo Modigliani Amos Oz analfabetismo Andrea Vitullo Andy Wharol Anna Proclemer Annamaria Testa appunti architettura dell'informazione ascolto avverbi aziendalese bambini Banksy Barack Obama Beppe Severgnini Bice Mortara Garavelli black list blog Bruno Munari burocratese Caravaggio Carmen Consoli carta vs schermo chiarezza citazioni cluetrain comunicato stampa comunicazione comunicazione della scienza comunicazione politica consapevolezza conversevolezza copywriting Correggio creatività customer care Dacia Maraini Dan Pink Dan Roam Daniel Kahneman David Weinberger diario Diego Velázquez disconnessione dizionari dizionario analogico don milani dueparole ebook Economist Edgard Degas editing editoria Edward Tufte Elias Canetti email Ernest Hemingway eye tracking Fabrizio De Andrè facebook Federico Badaloni Filippo De Pisis fonosimbolismo Fosco Maraini fotografia freelance Garr Reynolds genere femminile George Orwell Georges Simenon Gerry McGovern Giacomo Leopardi Giacomo Mason Giancarlo Livraghi Gianni Berengo Gardin Gianni Rodari Gianrico Carofiglio Giò Ponti Giorgio De Chirico Giorgione giornalismo Giotto Giovanna Cosenza Giovanni Bellini Giovanni Boldini Giovanni Fattori Giovanni Lussu Giuseppe Antonelli Giuseppe De Nittis Giuseppe Pontiggia grammatica guerrilla marketing guide di stile Guy Kawasaki haiku Heath Brothers Henri Matisse incipit india infografica inglese intervista intranet Isabel Allende ispirazioni Italo Calvino Jack Kerouac Jakob Nielsen James Hillman Jhumpa Lahiri John Maeda Jonathan Franzen Jovanotti leggibilità Leonard Cohen lessico lettura link liste longform Luca De Biase Luca Serianni Luca Sofri Luigi Pintor maiuscole manuali mappe mentali Marc Chagall Marcela Serrano maria emanuela piemontese Maria Lai Mario Calabresi Mario Garcia marketing marketing del turismo Martin Lindstrom Martin Luther King Maryanne Wolf Massimo Birattari Massimo Mantellini meditazione Melania Mazzucco metafora microcontenuti Milena Agus mobile momenti Monica Dengo mostre musei naming Nancy Duarte Natalia Ginzburg Neil MacGregor netiquette neuromarketing Nicoletta Cinotti numeri Orhan Pamuk Pablo Picasso pagina bianca Paolo Iabichino paragrafo passivo Patrizia Cavalli Paul Auster Paul Gauguin Paul Klee piramide rovesciata podcast poesia powerpoint precisione preposizioni presentazioni Primo Levi pronomi public speaking punteggiatura retorica revisione Riccardo Falcinelli ricordi ripetizione ritmo Roberto Cotroneo Roy Bradbury Roy Peter Clark Ryszard Kapuscinski sanscrito scala dell'astrazione scienze della comunicazione scrivere a mano scuola semplificazione Seo Sergio Maistrello Seth Godin silenzio sintassi sintesi sketching social media spazio bianco speech writing Stefano Bartezzaghi Stephen King Steve Jobs Steven Krug Steven Pinker stile storie storytelling tagline technical writing TED tedesco terremoto Tim Berners-Lee tips titoli Tiziano Terzani Tiziano Vecellio tono di voce traduzione Tullio De Mauro typography Umberto Eco università usabilità verbi via visual design visul design vocabolario di base Wassily Kandinsky web writing yoga

risali negli anni

Anno: 2009
2 Marzo 2009

Non sempre i contenuti delle newsletter quotidiane di MarketingProfs sono un granché, ma gli oggetti sono degli aprimail eccezionali. Continuo a rimanere iscritta solo per loro. Quello di oggi è Monday, Wednesday, Happy Days. Riguarda i pro e i contro dei diversi giorni della settimana per mandare una newsletter o lanciare una campagna per email.

continua a leggere
25 Febbraio 2009

La questione delle ripetizioni e dei sinonimi è delle più spinose. Non conosco nemmeno una regola che possa veramente definirsi tale, per cui ogni volta decido in maniera diversa. Anzi, in genere decide il mio orecchio: evito la ripetizione se mi dà fastidio mentre rileggo. Trovare delle buone alternative non è sempre immediato e capisco che i giornalisti, soprattutto quelli che lavorano online, hanno davvero poco tempo per trovare una soluzione elegante al famoso problema di non ripetere la stessa […]

continua a leggere
24 Febbraio 2009

Negli ultimi tempi mi è capitato spesso di consigliare dei testi e delle guide sulla semplificazione del linguaggio amministrativo, che poi sono perfette anche per le aziende private che devono comunicare con il pubblico. In rete ce ne sono di fantastiche, e io le scarico regolarmente per paura che spariscano da un giorno all’altro. Mi accingevo adesso a fare l’ennesima colletta quando mi sono accorta che lo ha già fatto qualcuno, e molto bene. Matteo Viale, ricercatore all’università di Padova, […]

continua a leggere
23 Febbraio 2009

Agli storici dell’arte il maiuscolo piace un sacco, soprattutto se ci possono riempire interi pannelli esplicativi nel buio di un museo, possibilmente in bianco su fondo bordeaux o nero. Ne ho viste a decine, ultimamente, di cose così e non può essere un caso. Ora ci fanno pure le riviste. Ho appena aperto il primo quaderno della collana Officine Internazionali, frutto della collaborazione tra i Ministeri degli Esteri e delle Attività Culturali, dedicato alla Galleria Sabauda di Torino. Mi è […]

continua a leggere
20 Febbraio 2009

“E-ti-mo-lo-gi-co… è un dizionario speciale?” mi ha chiesto il ragazzino che ha visto sul mio tavolo il mio nuovo acquisto, il DELI di Cortelazzo e Zoli. “No, è un dizionario che invece di spiegarti il significato delle parole ti racconta la loro storia.” Io me la sono cavata così, ma l’autore dell’introduzione del secondo Glossogramma proposto dalla Treccani se la cava decisamente meglio: Se è vero che la lingua c’è e si muove, l’etimologia è uno studio ricostruttivo di coreografie: […]

continua a leggere
17 Febbraio 2009

Shiftcomm, la società di comunicazione che ha ideato il social media news release, ha pubblicato Brink, una guida al marketing e ai rapporti con i media aggiornata su Facebook e Twitter. 40 pagine belle dense di consigli e link a casi concreti.

continua a leggere
17 Febbraio 2009

è vero che il primo essenziale passo di un lavoro di editing è cominciare a tagliare, o meglio a disboscare, per poi andare gentilmente verso il taglio e la potatura. Sarà che di questo lavori negli ultimi tempi ne ho fatti tanti, ma certe volte mi domando se la mia furia distruttiva non sia eccessiva. In questa tornata me la sono presa soprattutto con le decine di ricorrenti e inutili “eventuale”, “ulteriore” (spesso i due viaggiano accoppiati) e “relativo a” […]

continua a leggere
17 Febbraio 2009

Il blog sta alla scrittura come lo sport estremo sta all’atletica: è più libero, più rischioso, più informale, più vivo. Per molti aspetti, è come scrivere ad alta voce. L’idea trionfalistica che i blog dovrebbero in qualche modo sostituire la scrittura tradizionale è stupida e pericolosa. In un certo senso, la ricchezza che i blog aggiungono alla nostra comunicazione valorizza le doti che deve avere di solito un bravo scrittore. Il torrente di intuizioni, idee e argomentazioni che emerge dalla […]

continua a leggere
11 Febbraio 2009

Roy Peter Clark, ispirato da 25 cose a caso su 25 cose a caso su Facebook, ha appena pubblicato sul sito del Poynter Institute queste 25 cose non a caso sulla scrittura breve. Ho cominciato a tradurle davanti al caffè e non sono riuscita a smettere. Eccole: Tieni un diario dove fare pratica di scrittura breve. Pratica la scrittura breve su piccole superfici: post-it, schede, il palmo della mano. Una lista di 25 punti NON è un esempio di scrittura […]

continua a leggere
8 Febbraio 2009

Parlavo di audioguide museali qualche post fa e di divulgazione dell’arte attraverso le parole. Scrittura professionale anch’essa, anzi professionalissima. Quando non lo è te ne accorgi subito perché invece di guidarti nella comprensione di un’opera ti porta fuori strada. Così stamattina, alla mostra romana Da Rembrandt a Vermeer, mi sono levata la cuffia dalla testa più di una volta. Di descrizioni piene zeppe di aggettivi ne potevo più. Gli interni misteriosi e sospesi della pittura olandese del Seicento sono pieni […]

continua a leggere
6 Febbraio 2009

“Niente più pagine bianche” si intitola il post sul blog di Internazionale in cui Steven Johnson racconta come affronta il blocco della pagina bianca, soprattutto di fronte a un compito lungo e complesso come scrivere un libro. Suggerisce un software che permette di archiviare e collegare tanti spunti diversi – pdf, ritagli di testo, pagine web, immagini – ma al di là del software è interessante il metodo, che condivido in pieno. Anche io, quando ho avuto voglia di scrivere […]

continua a leggere
5 Febbraio 2009

Il post di sabato Stanchezze e traslochi, come quasi tutti i miei post (compreso questo) è nato da un impulso del momento. Non volevo affatto opporre i blog a Facebook o al microblogging tipo Twitter. Ci mancherebbe altro! Il bello dei social media è che sono talmente tanti che ognuno sceglie quello che vuole. Notavo solo che io continuo a stare molto bene in un blog, mentre molte altre persone che si occupano di scrittura professionale si sono stufate. Una […]

continua a leggere
31 Gennaio 2009

Che bello il pezzo sul web design che Jeffrey Zeldman ha scritto sul suo A List Apart! Il web design crea ambienti digitali che facilitano e incoraggiano le attività umane: riflettono o si adattano alle voci e ai contenuti delle persone: E sanno cambiare con grazia nel tempo mantenendo sempre la loro identità. Per questo, conclude Zeldman, un grande progetto web è come un grande font: può imporre la sua forte personalità a qualsiasi contenuto, o può ritirarsi sullo sfondo […]

continua a leggere
31 Gennaio 2009

Durante la settimana che sta per finire il mio aggregatore è stato praticamente vuoto di nuovi post e pagine sulla scrittura professionale. Molti blog sono fermi a prima di Natale, alcuni aggiornano ripetendo sempre le stesse cose e c’è chi annuncia che si è stufato del blog e d’ora in poi sarà solo su Twitter. Non ho fatto troppo caso a tanti piccoli segnali, ma ora mi rendo conto che è proprio così: la comunicazione sulla scrittura langue, è stanca […]

continua a leggere
28 Gennaio 2009

Dopo il discorso di insediamento di Obama, c’è una nuova attenzione per quell’attività molto specialistica che è lo speech writing. Ieri il digest quotidiano di Ragan.com includeva un pezzo su come cominciare un buon discorso. Poche cose, di buon senso, che però è opportuno ricordare quando si prepara un discorso per qualcuno o quando lo si tiene direttamente. Questi i consigli dell’esperto Chris Witt: non precipitarsi a leggere il discorso, ma prendersi una piccola pausa introduttiva silenziosa: 15 secondi decisivi […]

continua a leggere
25 Gennaio 2009

Scriviamo con un pc da più di trent’anni vent’anni ormai. Una rivoluzione che ha messo nelle nostre mani non solo il contenuto, ma anche la forma del testo. Eppure le regole editoriali di base e di buon senso che rendono un testo leggibile e chiaro da un punto di vista visivo sono ancora in gran parte ignorate. Soprattutto nel mondo del lavoro, che è quello che io frequento di più. Non parlo solo dei siti web e delle newsletter, ma […]

continua a leggere
24 Gennaio 2009

Ieri non c’era nemmeno un post, dico uno, tra i siti e blog di comunicazione e scrittura del mio aggregatore, che non fosse dedicato al discorso inaugurale della presidenza di Obama. Talmente tanti che ne ero sopraffatta e ho rinunciato per il momento a leggerli tutti. Mi sono limitata ad aprire in del.icio.us la cartella Obama. Abbiamo ben quattro anni davanti. Ho capito solo che il discorso non è stato apprezzato dagli esperti quanto i suoi precedenti. Oggi, sul New […]

continua a leggere
24 Gennaio 2009

Il sabato di solito mi faccio un giro sul sito del Guardian, soprattutto la sezione Blog, che mi piace tantissimo. Non so come, ma da lì sono arrivata al sito del Prado. Così scopro che ha ben 100 audioguide sui maggiori capolavori del museo. Naturalmente gratis e scaricabili. Mi sposto sul MoMA, dove non andavo da tempo. I file audio saranno centinaia, suddivisi in bambini, adolescenti, adulti. Ma mi incanta la sezione Modern Teachers: lezioni, schede, immagini per preparare lezioni […]

continua a leggere
22 Gennaio 2009

La corrispondenza tra suoni e significati delle parole mi affascina, anche se non ho mai studiato nulla di serio in proposito. Però faccio sempre più caso alla presenza delle i nelle parole che indicano velocità, esilità, snellezza, leggerezza delle o nelle parole che indicano “la rotondità giocosa”, come si intitola il capitolo dedicato a questa vocale nel libro Le parole dell’incanto. Oggi the word of the day di Zanichelli sembrava fatta apposta per rinfocolare questa mia passione per i suoni […]

continua a leggere
20 Gennaio 2009

L’ultima Alertbox di Jakob Nielsen è dedicata all’usabilità delle sale stampa online ed è il frutto di una ricerca condotta su più anni e su 42 siti con 40 giornalisti delle testate più diverse. Ecco cosa cercano i giornalisti sul sito web di un’azienda o un’istituzione: nome e numero di telefono degli addetti dell’ufficio stampa (una persona in carne e ossa con cui parlare subito, non un indirizzo email) rassegne stampa con fonti esterne e articoli di testate indipendenti informazioni […]

continua a leggere