scegli cosa leggere tra oltre 1.500 post

scegli per tema

segui il filo di un tag

Abby Covert Accademia della Crusca aggettivi Albrecht Dürer Alphonse Mucha Amedeo Modigliani Amos Oz analfabetismo Andrea Vitullo Andy Wharol Anna Proclemer Annamaria Testa appunti architettura dell'informazione ascolto avverbi aziendalese bambini Banksy Barack Obama Beppe Severgnini Bice Mortara Garavelli black list blog Bruno Munari burocratese Caravaggio Carmen Consoli carta vs schermo chiarezza citazioni cluetrain comunicato stampa comunicazione comunicazione della scienza comunicazione politica consapevolezza conversevolezza copywriting Correggio creatività customer care Dacia Maraini Dan Pink Dan Roam Daniel Kahneman David Weinberger design thinking diario Diego Velázquez disconnessione dizionari dizionario analogico don milani dueparole ebook Economist Edgard Degas editing editoria Edward Tufte Elias Canetti email Ernest Hemingway eye tracking Fabrizio De Andrè facebook Federico Badaloni Filippo De Pisis fonosimbolismo Fosco Maraini fotografia freelance Garr Reynolds genere femminile George Orwell Georges Simenon Gerry McGovern Giacomo Leopardi Giacomo Mason Giancarlo Livraghi Gianni Berengo Gardin Gianni Rodari Gianrico Carofiglio Giò Ponti Giorgio De Chirico Giorgione giornalismo Giotto Giovanna Cosenza Giovanni Bellini Giovanni Boldini Giovanni Fattori Giovanni Lussu Giuseppe Antonelli Giuseppe De Nittis Giuseppe Pontiggia grammatica guerrilla marketing guide di stile Guy Kawasaki haiku Heath Brothers Henri Matisse incipit india infografica inglese innovazione intervista intranet Isabel Allende ispirazioni Italo Calvino Jack Kerouac Jakob Nielsen James Hillman Jhumpa Lahiri John Maeda Jonathan Franzen Jovanotti leggibilità Leonard Cohen lessico lettura link liste longform Luca De Biase Luca Serianni Luca Sofri Luigi Pintor maiuscole manuali mappe mentali Marc Chagall Marcela Serrano maria emanuela piemontese Maria Lai Mario Calabresi Mario Garcia marketing marketing del turismo Martin Lindstrom Martin Luther King Maryanne Wolf Massimo Birattari Massimo Mantellini meditazione Melania Mazzucco metafora microcontenuti Milena Agus mobile momenti Monica Dengo mostre musei naming Nancy Duarte Natalia Ginzburg Neil MacGregor netiquette neuromarketing Nicoletta Cinotti numeri Orhan Pamuk Pablo Picasso pagina bianca Paolo Iabichino paragrafo passivo Patrizia Cavalli Paul Auster Paul Gauguin Paul Klee piramide rovesciata podcast poesia powerpoint precisione preposizioni presentazioni Primo Levi pronomi public speaking punteggiatura retorica revisione Riccardo Falcinelli ricordi ripetizione ritmo Roberto Cotroneo Roy Bradbury Roy Peter Clark Ryszard Kapuscinski sanscrito scala dell'astrazione scienze della comunicazione scrivere a mano scuola semplificazione Seo Sergio Maistrello Seth Godin silenzio sintassi sintesi sketching social media spazio bianco speech writing Stefano Bartezzaghi Stephen King Steve Jobs Steven Krug Steven Pinker stile storie storytelling tagline technical writing TED tedesco terremoto Tim Berners-Lee tips titoli Tiziano Terzani Tiziano Vecellio tono di voce traduzione Tullio De Mauro typography Umberto Eco università usabilità verbi visual design vocabolario di base Wassily Kandinsky web writing yoga

risali negli anni

Anno: 2007
16 Aprile 2007

Sabato, sul Corriere della Sera, c’era un articolo molto sfizioso sulla “dittatura del tu”, a firma del giornalista americano Christopher Hitchens. E’ il dilagante fenomeno che vede organizzazioni pubbliche e private apostrofare direttamente il cliente o il cittadino illudendosi così di “rafforzare la relazione”. E’ il caso dei mille slogan la nostra mission: le tue esigenze, costruito intorno al tuo mondo, tutto intorno a te, sei tu che scegli, spiaggie uniche solo per te, ogni cliente per noi è unico: […]

continua a leggere
15 Aprile 2007

Mi sono trovata a scrivere per mestiere abbastanza per caso. Sono laureata in lettere, ma la mia specializzazione è la storia dell’arte, non la letteratura o la linguistica. Tutto quello che ho imparato sulla scrittura professionale e che ho riversato in questi anni nel MdS e in questo blog l’ho imparato sul campo, giorno per giorno, trovandomi a dover risolvere dei problemi concreti, qualche volta importanti, ma molto più spesso terra-terra. Sono sempre stata un gran lettrice, questo sì, fin […]

continua a leggere
11 Aprile 2007

Sono abbastanza sensibile al tema della maleducazione in rete, e sui blog in particolare. Per maleducazione intendo l’aggressività, ma anche l’acidità e la malagrazia nel farti notare un refuso, la stupidità e l’inutilità di certi commenti. “In fondo sei a casa mia, se stessi qui in persona, davanti a me, diresti le stesse cose, nello stesso modo?” mi viene sempre da pensare quando leggo qualcosa che mi dà sui nervi. Ma non reagisco praticamente mai, sia perché nella blogosfera “pare brutto”, […]

continua a leggere
11 Aprile 2007

Per preparare una giornata di formazione, in questi giorni ho navigato molto in siti della pubblica amministrazione. In genere lo faccio quando cerco un’informazione o un servizio che mi serve nella quotidianità. Spesso trovo quello che cerco, anche se non sempre facilmente. Qualche volta ho delle belle sorprese, come la denuncia online a Polizia e Carabinieri per lo smarrimento di un documento. Non credevo ai miei occhi, anche se so che la presenza in rete delle forze dell’ordine è tra […]

continua a leggere
1 Aprile 2007

La parte abitata della rete di Sergio Maistrello (Tecniche Nuove) l’ho comprato ieri mattina e ieri sera l’avevo già finito. Avevo molte aspettative, sia per aver letto delle belle recensioni in rete, sia per quel titolo così indovinato, in cui chiunque abiti la rete – da tanto o da poco tempo – inevitabilmente un po’ si rispecchia. E anche io nel libro ho ritrovato un pezzetto di me, oltre a tante altre cose che mi sono piaciute e ad altre che […]

continua a leggere
29 Marzo 2007

Ieri a Washington sono stati presentati i primi risultati di Eyetrack07, la ricerca che il famoso Poynter Institute realizza ogni due anni circa per studiare come si leggono i giornali di carta e online e come evolvono nel tempo le abitudini di lettura. Risultati preziosi per chi scrive e comunica sul web, anche se si tratta solo di anticipazioni, perché la pubblicazione dell’intera ricerca è prevista per giugno. Ecco le principali novità: si legge molto testo, e più sul web […]

continua a leggere
28 Marzo 2007

CV

Con la seguente sono ad inviare il mio curriculum vitae. In attesa di un eventuale colloquio conoscitivo, porgo cordiali saluti. (messaggio arrivato nella mia casella di posta due giorni fa, anche se è evidente che io non sono un’azienda e che non posso fare colloqui o dare lavoro a nessuno) Sui curriculum Guai a mandare un curriculum con allegato in una redazione newyorchese! L’email verrà automaticamente distrutta prima ancora di essere aperta. Meglio mandare due righe di presentazione e link […]

continua a leggere
27 Marzo 2007

Il pm Woodcock ormai lo conosciamo tutti. Ma per i giornalisti, ogni volta che ne parlano, è come se fosse la prima volta e vogliono sorprenderci. E così, dopo averlo nominato ad apertura di servizio, scatta automatica la tentazione dell’esotismo e la seconda volta è immancabilmente “il magistrato anglo-italiano o anglo-napoletano”, “il pm di origini inglesi”. Sarà così per tutta vallettopoli?

continua a leggere
27 Marzo 2007

Quando scrivo meno sul blog è perché scrivo troppo per lavoro, cosa che mi sta succedendo in questi giorni. Sono momenti in cui mi ritempro più facilmente con la narrativa, o con le immagini. Ho visto delle belle mostre, con gran corredo di parole, più o meno belle, qualche volta schizofreniche. La mostra milanese di Kandinsky, per esempio, di cui ho scritto nel post precedente. Stupisce come tanto impegno di risorse, attenzione ed energie non sia stato minimamente dirottato verso […]

continua a leggere
23 Marzo 2007

Composizione VII: un enorme quadro dipinto da Kandinsky in soli tre giorni nell’ottobre del 1913. La sua compagna di allora, la pittrice Gabriele Münter, fotografò i vari stadi della realizzazione dell’opera. E’ un’esplosione di forme e di colori, in cui si disintegrano tutti i temi fino ad allora cari a Kandinsky: le campagne di Murnau, i treni neri, i cavalieri azzurri, le cupole a cipolla delle chiese russe. “Composizione”, come quelle musicali. E proprio a questo aspirava il pittore: a sprigionare […]

continua a leggere
18 Marzo 2007

Per uno di quei curiosi contatti che possono avvenire solo in rete, sono reduce da uno strano esperimento. Solo in parte nuovo per me, mi ha confermato alcune cose della mia attitudine verso scrittura che sotto sotto già sapevo. Quando scrivo amo avere vincoli e limiti, che siano le battute, il tempo, il medium, o un brief stringentissimo. E’ come un gioco di società con mille regole da osservare e ricordare. Ma raramente avevo lavorato sull’editing di un testo tradotto, […]

continua a leggere
18 Marzo 2007

Fino a martedì scorso – ore 20 di sera circa – non sapevo chi fosse Milena Agus. A quell’ora un’amica mi ha regalato un libro sottile, Mal di pietre, che ho cominciato a leggere poche ore dopo. E’ uno dei più bei libri che abbia letto negli ultimi tempi. Non so se ci sono scivolata dentro per la mia anima sarda e per la nostalgia di vento, di sole, di fiori e di quegli orizzonti marini che si aprono all’improvviso […]

continua a leggere
12 Marzo 2007

Se giornali, portali e siti pubblicassero il loro vademecum per autori e collaboratori come fa Exibart, scriveremmo e leggeremmo tutti dei testi migliori. Il famoso portale dell’arte contemporanea dà apertamente e spassionatamente consigli utili e intelligenti per tutti coloro che vogliono scrivere recensioni e articoli su artisti, libri, mostre ed eventi. Talmente utili e intelligenti da servire anche a chi scrive d’altro. Notevolissimo.

continua a leggere
11 Marzo 2007

L’Economist questa settimana si occupa di Wikipedia, con le sue luci e le sue ombre. Fact or fiction? si chiede il settimanale britannico con uno dei suoi fulminanti e invidiabili titoli. Che sia l’uno o l’altro, uno dei criteri suggeriti per distinguere la serietà e l’affidabilità degli anonimi autori è la qualità della scrittura: “The quality of writing is often a good guide to an entry’s usefulness: inelegant or ranting prose usually reflects muddled thoughts and incomplete information. A regular […]

continua a leggere
10 Marzo 2007

La scuola newyorkese di scrittura Writers offre una montagna di corsi e i suoi dispenser gialli con le brochure te li ritrovi a ogni angolo di strada. Ogni tanto vado sul loro sito, perché mi diverte vedere su quanti temi e quante sfaccettature della scrittura riescono a imbastire un corso. Travel writing e food writing sono ormai dei classici, ma ci sono anche Flash Fiction: Writing the Short-Short Story e Writing Kerouac/Sitting Buddha: Spontaneous Poetics & Big Mind. Credevo fosse il […]

continua a leggere
3 Marzo 2007

“Così mi imparo a non comprare più i giornali”, mi sono detta stamattina quando la mia amica Giovanna mi ha mandato per email la foto del paginone di Repubblica di ieri con la campagna della Regione Calabria firmata da Oliviero Toscani. Oggetto dell’email: Com’è possibile… Apro, guardo, leggo, e l’incredulità di Giovanna è anche la mia. Una tale orgogliosa rivendicazione di calabresità annunciata da un “si” senza accento? Un sì sbagliato, ma anche così visivamente piatto e stiracchiato? Dubbio: il […]

continua a leggere
25 Febbraio 2007

Dal punto di vista della comunicazione, la settimana che sta per finire è stata dominata dalle polemiche sul portale turistico dell’Italia. Polemiche a tratti veramente sgradevoli, non per la sostanza, ma per il modo, l’approssimazione, quel terribile effetto massa/pecora/valanga che nella blogosfera spesso mi spaventa, la cattiveria non sempre argomentata che le ha contraddistinte. In questo caso la gogna mediatica c’è stata tutta. Sgradevole e impietosa, ci ha però ricordato che in rete siamo sempre sottoposti a giudizio immediato, che non ci […]

continua a leggere
21 Febbraio 2007

Il brand dei luoghi e dei paesi è un tema che mi ha sempre presa molto, tanto che ne ho scritto qualche volta anche in questo blog. Aspettavo quindi con parecchia curiosità l’annunciato nuovo logo dell’Italia, realizzato dal colosso del branding Landor. Ora finalmente c’è e ho voluto vedere subito che effetto mi facesse, al di là delle mille spiegazioni e interpretazioni che seguiranno. Difficile e delicato giudicare un logo così, su due piedi. Perché c’è una prima impressione, ma […]

continua a leggere
20 Febbraio 2007

Dieci o quindici anni fa, potevi ancora affermare il tuo brand puntando sulla parola “soluzione”. Allora, “soluzione” era un modo fresco e inedito per rivolgersi direttamente alle esigenze del cliente. Nel 2000, il termine cominciava a usurarsi. Oggi è morto, deprivato di ogni capacità di rappresentare e differenziare minimamente un brand. Inizia così un articolo di Mike Stefaniak, appena pubblicato su BtoB Magazine, dedicato alla comunicazione delle aziende business-to-business. Così, mentre andiamo velocemente verso l’economia delle soluzioni, anche questa parola […]

continua a leggere
19 Febbraio 2007

La prima pagina di Repubblica mi ricorda solo ora che oggi è la giornata della lentezza. Eppure dovrei saperlo: sono stata bersagliata di email su questo fatidico giorno in cui dovremmo muoverci piano piano, visto che di siti cosiddetti “alternativi” ne frequento un certo numero. Eppure, – lo dico e lo scrivo, come si dice, “di pancia” – a me la giornata della lentezza mette una gran tristezza. Riporta Repubblica che stasera a Roma i maratoneti della lentezza percorreranno 300 […]

continua a leggere